Capo Cervo

Intervento turistico di Capo Cervo (IM)

L’opportunità è quella di realizzare un sistema paesaggistico-ambientale di grande valore, capace di mettere a sistema le risorse esistenti, riqualificandone e valorizzandone gli aspetti naturalistici, paesaggistici e fruitivi, dal mare alla collina, integrando perfettamente i previsti interventi edilizi ad uso turistico. Interventi sulla natura e sul paesaggio, un sistema di percorsi tra valle e monte, potranno costituire l’ossatura dei nuovi paesaggi del Capo.

Parco degli ulivi Brani di paesaggio agrario tradizionale che scendono lungo i terrazzamenti, fino ad incontrare le prime aree insediate. La ricostituzione di tradizionali uliveti; la realizzazione di “uliveti-giardino”, in cui sostare ammirando il mare dall’alto, passeggiare, leggere, … La sistemazione a “giardino mediterraneo” di alcuni dei terrazzi. L’uso della vegetazione contribuirà a migliorare l’inserimento paesaggistico degli edifici ed a favorire l’uso degli spazi aperti (terrazzi, giardini, strade), con luoghi caratterizzati da elementi di “intimità” per l’area residenziale, ed aree connotate da maggiore scenograficità e capacità di carico antropico, per l’area turistica.

Parco della musica. Un grande parco pubblico andrà dalla collina al mare, attraverso il Capo, collegando il futuro percorso ciclo-pedonale lungocosta alla via Aurelia ed ai percorsi pedonali collinari, verso Cervo, Capo Mimosa ed il Parco Ciapà. Il parco potrà occupare i terrazzamenti abbandonati, facendone dei terrazzi/giardino affacciati sul mare. Questo grande spazio verde potrà essere il nuovo “Parco della musica” di Cervo.

Gli ampi terrazzi verdi del Capo, aperti sul Mar Ligure e caratterizzati dalle presenza dell’antica torre e delle mura, potranno ospitare eventi musicali all’aperto, in uno scenario mozzafiato. Salendo, oltre l’Aurelia, ogni terrazzo potrà essere un giardino da scoprire, ogni affaccio un nuovo punto di vista su questo meraviglioso tratto di costa.

Con: Luca Dolmetta (urbanistica ed architettura)