Catanzaro SS106

Progetto per l’ammodernamento del tratto Squillace-Simeri Crichi (Catanzaro) e prolungamento della SS 280 sino alla SS 106 – Impatto ambientale e inserimento paesaggistico

Interventi infrastrutturali come quelli in oggetto, determinano inevitabilmente perdita di risorse naturali e riduzione della qualità ecologica e paesaggistica del territorio. Le proposte progettuali prevedono quindi interventi di mitigazione degli impatti negativi dell’opera, e misure che possano compensare la diminuzione dei valori naturalistici e paesaggistici del territorio attraversato.
I lavori di ammodernamento in nuova sede della S.S. 106 Ionica, ed il prolungamento della S.S. 280 “Dei due mari”, fino al congiungimento con la stessa S.S. 106 a Catanzaro lido, prevedono la realizzazione, nel tratto considerato, di 12 gallerie. Di queste si prevede la “sistemazione paesaggistica e vegetazionale degli accessi”, attraverso interventi di ripristino ambientale.
Per i tratti di paesaggio di particolare interesse naturalistico, attraversati dalla strada, si propongono interventi di “sistemazione paesaggistica e vegetazionale”. Lungo i tratti di alcuni corsi d’acqua attraversati da nuovi viadotti, si sono previste opere di “ripristino ambientale e ricostituzione del bosco igrofilo” ripariale e di realizzazione di “fasce di vegetazione con funzione filtro”, assieme ad eventuali interventi di “ripristino ambientale e ricostituzione della macchia mediterranea”.
Progetti di riqualificazione naturalistica sono stati messi a punto per alcune aree di particolare interesse vegetazionale impattate dalla nuova infrastruttura.
Interventi di “restauro paesaggistico ed ambientale” degli uliveti, degli agrumeti e dei frutteti esistenti, sono stati previsti per la salvaguardia dello splendido paesaggio agrario, che sarà interferito dal passaggio di alcuni viadotti.