Ferrara via Beethoven

Riqualificazione urbana dell’area dell’ex direzionale pubblico di via Beethoven a Ferrara
Spazi aperti e paesaggio urbano. Masterplan e Piano Particolareggiato

Completato nel 1989, il complesso del “Palazzo degli Specchi” di via Beethoven,  comprendeva spazi per uffici pubblici, un hotel e attrezzature sportive. Come noto il complesso non è mai stato utilizzato ed ora versa in stato di degrado.

Nonostante ciò, le strutture esistenti possiedono tuttora alcune positive qualità che pensiamo possano essere mantenute e valorizzate nel programma di trasformazione e sviluppo. Si propone infatti di conservare la struttura principale del complesso, adattandola a concetti contemporanei e demolendo completamente solo i fabbricati destinati ad attrezzature sportive, per realizzare un nuovo parco, integrato con funzioni commerciali e residenziali.

L’obiettivo dell’intero progetto è quello di realizzare un nuovo quartiere vivace ed in grado di favorire le relazioni sociali all’interno dell’area. Di grande importanza è la creazione di un nuovo “cuore”, un nuovo centro per il quartiere, posto tra il Palazzo degli Specchi e la via A. Tassoni. Ristoranti, caffè e negozi a servizio dei futuri residenti ed utilizzatori saranno posti ai bordi di questo spazio, invitando la gente all’incontro e alla sosta mentre i bambini potranno giocare nel parco.

Gli spazi aperti vengono definiti in due grandi categorie tipologico-funzionali: Spazi pertinenziali e Parchi e giardini.
Per ciascuna delle seguenti tipologie sono state definite precise  linee guida progettuali.

Tipologie degli spazi aperti:

1. Spazi pertinenziali pubblici e privati

a. corte

b. pedonale pensile

c. verde pensile

d. verde condominiale (via Beethoven)

e. verde condominiale (via Tassoni)

f. parcheggi a raso

2. Parchi e giardini

a. parco di quartiere

b. giardino di quartiere

 

Con:

Politecnica e Behnish Architekten (Urbanistica, Architettura)